Camminando con Donna Bisonte,Noris Elvia Zorat,Sciamanesimo,Testimonianze delle Donne

CAMMINANDO CON DONNA BISONTE

3 luglio 2020

IMG_20200108_181019

CAMMINANDO CON DONNA BISONTE

Quando per la prima volta sentii pronunciare le parole “evoluzione spirituale” certo non immaginavo di ritrovarmi oggi, a camminare su un sentiero composto da innumerevoli strati di comprensione. Un mondo… si è aperto un mondo, che contiene un’infinita gamma di sfumature e di accessi dove addentrarmi e cibarmi, sì, cibarmi, perché la forza dello Spirito nutre ogni aspetto interiore per poi manifestarsi nella sua bellezza verso l’esterno. Così accade… accade il miracolo di “Essere”. Camminare al fianco di un maestro è come avere la luce sempre accesa in fronte che illumina i tuoi passi, una luce che giunge potente come solo un risveglio può esserlo. Una luce che quando la si incontra, ti accompagna compassionevolmente e ti guida, una guida che però non significa invadenza, non significa ordini, poiché essendo parte della sorgente dell’amore, si innalza a tal punto da porsi come un faro, che apre la visione ad una nuova prospettiva, permettendoti di vedere dove risiedono le tue verità.
Una consapevolezza che ti consente di capire quante volte cadiamo vittime dell’illusione.
Sta ad ognuno di noi riconoscere la direzione da seguire. Può essere che si inciampi strada facendo o si perda la via, ma il faro è sempre il punto fisso, la luce che ti guida fuori dalla tempesta.

E come lavora la luce di questo faro?
Qui diventa sorprendente il viaggio, ecco che gli strati di comprensione di cui accennavo all’inizio, prendono forma, si sviluppano a seconda della necessità individuale. Un vero maestro sa sempre dove dirigere il proprio sguardo, sguardo collegato direttamente con il Mondo Superiore, costantemente in contatto. Una simbiosi perfetta con l’energia della “Fonte Creatrice”, dalla quale attinge informazioni, per creare l’impulso a trasferire i Messaggi Divini, che servono all’evoluzione di una persona, in attesa che sia quest’ultima a imparare a sua volta, il collegamento diretto, per guidare la propria vita senza più paura di perdere il sentiero.

Un maestro è un canale, e quando apre il suo campo energetico, tutto intorno a lui ne viene interessato, o meglio dovrei dire, avvolto. Ho vissuto diverse esperienze che definisco straordinarie, per intensità ma soprattutto per ciò che hanno prodotto dentro di me in fatto di risvegli e guarigioni, mi sono sentita abbracciare da questa energia di amore e attraverso l’insegnamento della mia Maestra ho potuto riconoscerla in me. Quando ho scelto di intraprendere un lavoro interiore per guarire dalle mie ferite, piano piano ho iniziato a schiudere una porta, la porta del cuore, ed è proprio da lì che sono iniziate ad entrare e ad uscire una corrispondenza fitta di informazioni provenienti dalla mia anima, un’anima antica, da tempo in attesa di essere ascoltata.
Naturalmente sono stata aiutata  e supportata ad intraprendere questa ricerca, dal mio faro di luce. Ora sto camminando con Donna Bisonte, sono in viaggio per ricercare la vera “me stessa”, questo è lo scopo, questa è la meta e devo dire che il tragitto è molto interessante, non importa quanto lungo sia il viaggio, importa ciò che imparo nel viaggio. Nel mentre si sciolgono i confini e si diradano le nebbie, incontro, percepisco, sento, vedo e questo grazie alla vibrazioni emanate dall’anima e dai Semi dell’Universo . Sono affamata del cibo che l’Universo mi offre, ho profonda gratitudine quando il mio faro luminoso, la mia Maestra Spirituale canalizza i messaggi del Mondo Celeste, poiché è parte di quegli strati che lavorano e favoriscono la guarigione.

Ricevere un messaggio dall’Universo non è solo ricevere l’informazione e spunti per lavorare su di sé, è tanto altro ancora. Un messaggio ti apre alla multidimensionalità, ciò che percepisci ti attraversa come il campo fiorito dell’amore, ti senti avvolgere nei suoi colori, nei profumi che emana. Senti una carezza gentile che dice “io ti amo perché sei una creatura di Dio”, percepisci in ogni cellula del corpo il flusso della luce lavorare, curare una parte di te necessaria, aprendo di volta in volta canali di frequenze dove veicola il linguaggio della luce. Così, metti in pace le onde del tuo mare e spesso ti ritrovi con gli occhi che grondano lacrime di riconoscenza. Ti ritrovi con il cuore che pulsa nella musica celeste, sei consapevole che attorno a te c’è tutta la tua famiglia stellare perché sei parte integrante di essa e camminerai nel mondo con ali di anime che oltre il velo ti accompagnano e ti proteggono. Gli Angeli, entità di luce o come volete chiamarli sono il nostro fianco invisibile, sono davanti, dietro, di lato, sopra e sotto, una bolla intorno a noi. È di questa verità che dobbiamo vestire, credere nella potenza dell’amore del Mondo Divino. Tutta l’equipe  a nostra disposizione, ci sta dicendo che possiamo guarire noi stessi, che abbiamo in noi la forza e il potere per farlo con amorevolezza, ci sta dicendo che l’Anima stessa è il ponte per raggiungere la nostra magnificenza, ci sta dicendo che siamo “Degni dell’Amore di Dio”…

Perché non dovremmo credere allora che tutto questo è parte di un percorso che ci conduce verso una liberazione? Possiamo scegliere, decidere di toglierci le catene dai piedi, perché abbiamo la capacità di volare oltre a ciò che la realtà ci mostra in modo del tutto lineare. Operare un processo di guarigione è possibile attraverso la fiducia, la fede, l’umiltà e l’accettazione di ciò che siamo, comprese le parti che riteniamo scomode, anzi, soprattutto quelle così fortemente ingombranti. Tutto ciò che subentra in questo viaggio verso la libertà è un viaggio con la verità nel cuore, la verità di riconoscersi come anima e di esprimersi attraverso di lei con bellezza, con leggerezza. In molti abbiamo scelto questo itinerario temporale, proprio per essere qui oggi fianco a fianco sulla linea di confine della nuova era, non volevamo di certo perderci lo spettacolo… ebbene ci saremo e ci terremo per mano, uniti nell’energia dell’amore universale,  divinamente guidati da una coscienza evoluta.

“Che il tuo Spirito sia voce,
sia bussola, sia la via, l’inizio
della verità nel cuore,
sia il viaggio che attendevi
da sempre, sulla rotta delle stelle
che conoscono il tuo nome”

Catia Dinoni – Cantastorie Crow